domenica

Published 03:25 by claudio

SCONFIGGERE LA POVERTÀ: ANALISI, VALUTAZIONI E PROPOSTE




Frosinone, 4 dicembre 2017 - "Sconfiggere la povertà: analisi, valutazioni, proposte", sono questi i temi che verranno affrontati nell'iniziativa organizzata dallo SPI CGIL FROSINONE LATINA presso la Provincia di Frosinone in data odierna a partire dalle ore 9:30.

Ad introdurre i lavori sarà Beatrice Moretti, Segretario Generale dello SPI CGIL FROSINONE LATINA, cui seguiranno gli interventi di Monsignor Cesare Chialastri, delegato della Caritas Lazio,  della Dott.ssa Carla Collicelli, Ricercatore Senior Cnr Asvis e le conclusioni di Ernesto Rocchi, Segretario Generale SPI CGIL ROMA LAZIO. Moderatore sarà Anselmo Briganti, Segretario Generale CGIL FROSINONE LATINA. "Discutere di povertà ad esclusione sociale nella nostra provincia, in un contesto storico complesso caratterizzato da conflitti, movimenti migratori massicci, disagi sociali nuovi e crescenti,
dichiara Beatrice Moretti, non vuole avere come fine certo l'analisi dei numeri: l'analisi dei dati è importante, ma non risolutiva dei problemi. Il nostro intento è semmai far crescere la coscienza collettiva su nuove e sedimentate povertà, che interessano i cassintegrati, i pensionati, i giovani precari e comunque una fascia di popolazione sempre più vasta e sempre più in difficoltà, che non trova risposte a cause dell'inadeguatezza delle misure di welfare disponibili. In una fase in cui in troppi pensano che la soluzione ai problemi sia costruire muri e fili spinati, aggiunge la dirigente CGIL, questa iniziativa intende promuovere il dialogo e le sinergie tra soggetti diversi che sono però accomunati da impegni e obiettivi comuni e condivisi. Fondamentale è comprendere che sconfiggere la povertà è uno degli obiettivi fissati dall’Agenda Onu per il 2030, una data la cui prossimità richiede non solo l’impegno delle forze politiche e di governo, in termini di politiche e risorse adeguate, ma anche un salto culturale della società, in termini di attenzione e di rivendicazione. Sotto tale aspetto individuare i giovani come destinatari di un percorso di consapevolezza, può risultare a lungo termine determinate. Per questo lo SPI CGIL ha coinvolto nell’iniziativa del 4 dicembre p.v. e le scuole ogni ordine e grado di Frosinone,
avviando contestualmente iniziative sull’argomento di carattere culturale ed educativo in tutte le scuole provinciali".
La tendenza delle povertà in Ciociaria, al di là delle cifre assolute, negli ultimi anni ha dimostrato un assottigliamento della differenza tra famiglie italiane e straniere. La Caritas, ad esempio, registra da tempo l’aumento della richiesta di beni di prima necessità da parte di connazionali rispetto agli anni precedenti. Le situazioni di disagio sono legate, quasi sempre, alla perdita di lavoro che nei casi più estremi portano ad altre difficoltà e conflitti interni. Nei piccoli comuni si riesce più facilmente a fronteggiare le situazioni critiche con l’aiuto dei familiari o dell’agricoltura; nei centri più popolosi c’è maggiore difficoltà a con- tenere questi fenomeni. Sono soprattutto i residenti dei comuni estesi, come ad esempio il capoluogo o Cassino, ad avere svariate centinaia di famiglie in difficoltà economica.

Fonte dell'articolo L'INCHIESTA