lunedì

Published 00:30 by CP

RIPRENDIAMOCI LA LIBERTÀ


Centinaia di donne, dirigenti Cgil, rappresentanti di associazioni e istituzioni di Frosinone e Latina hanno aderito all'appello lanciato dalla Cgil Nazionale: "RIPRENDIAMOCI LA LIBERTÀ!" per dire NO alla violenza sulle donne, NO alla depenalizzazione dello stalking e STOP al linguaggio e alla narrativa con cui stupri e omicidi diventano un processo alle vittime.

L'appello online "AVETE TOLTO IL SENSO DELLE PAROLE", con gli hasta #riprendiamocilalibertà #stopviolenzasulledonne #stopviolenceagainstwomen #differentlanguage #stalking #freedom, la CGIL lancia una mabilitazione nazionale " per chiedere agli uomini, alla politica, ai media, alla magistratura, alle forze dell’ordine e al mondo della scuola un cambio di rotta nei comportamenti, nel linguaggio, nella cultura e nell’assunzione di responsabilità di questo dramma” in quanto il linguaggio utilizzato dai media e il giudizio su chi subisce violenza, su come si veste o si diverte rappresenta l’ennesima aggressione alle donne. Così come il ricondurre questi drammi a questioni etniche, religiose o a numeri statistici toglie senso alla tragedia e al silenzio di chi l’ha vissuta.

Sabato 30 settembre, Lo Spi Cgil Frosinone Latina invita tutte le donne e gli uomini ad aderire alla manifestazione e a lavorare, insieme, per cambiare la cultura e i comportamenti che non rispettano la libertà, la vitalità e l'autonomia delle donne.

L’appello ha già raccolto molte adesioni, FIRMA L'APPELLO anche tu!